Bianco Con Il Giallo - 1994 - Renato Pareti Official Web Site

Vai ai contenuti

Menu principale:

Bianco Con Il Giallo - 1994

Compositore > Zecchino D'Oro

BIANCO CON IL GIALLO
Parole di Cheope - Musica di Renato Pareti

Prendi una matita, gioca coi colori,
non aver paura di metterli vicini,
di mischiarli tutti sotto un solo cielo
come dei bambini all'uscita dall'asilo.
Prendi un foglio bianco e disegna il mondo
con dei grandi prati e il mare sullo sfondo.
Non importa molto se non è rotondo,
quello che è importante è la gente che ci sta.

Gente che sappia dare amore
alla gente che amore non ne ha,
senza guardare mai il colore che la sua pelle ha.
Bianco con il giallo trova suo fratello,
giallo con il nero ed è un amico vero,

verde con il viola vanno insieme a scuola,
l'arancione e il blu che si danno già del tu.

Bianco contro il nero, il mondo resta a zero,
azzurro contro il rosso cadono nel fosso,
blu senza marrone, il cuore è già in prigione
e non c'è ragione che debba stare là.

Prendi una matita, gioca coi colori,
non aver paura di metterli vicini,
di mischiarli tutti sotto un solo cielo,
come dei bambini all'uscita dall'asilo.

Fai un universo, fallo un po' diverso,
fai le stelle azzurre e il cielo tutto giallo,
fai anche le piante con le radici in cielo,
quello che è importante è la gente che ci sta.

Gente che sappia dare amore
alla gente che amore non ne ha,
senza guardare mai il colore che la sua pelle ha.
Bianco con il giallo trova suo fratello,
giallo con il nero ed è un amico vero,
verde con il viola vanno insieme a scuola,
l'arancione e il blu che si danno già del tu.

Bianco contro il nero, il mondo resta a zero,
azzurro contro il rosso cadono nel fosso,
blu senza marrone, il cuore è già in prigione
e non c'è ragione che debba stare là.
Bianco contro il nero, il mondo resta a zero,
azzurro contro il rosso cadono nel fosso,
blu senza marrone, il cuore è già in prigione
e non c'è ragione che debba stare là.
Giallo con il nero, verde con il blu!

 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu